pallone-da-basket
pallone-da-basket

Una scorpacciata di successi in tre derby sentiti e complicati. Non si assisteva a questo epilogo da un po’ e in casa Goldengas si può finalmente sorridere. La vittoria al PalaTriccoli di Jesi ha confermato il buon momento dei biancorossi che tornano in corsa nella serrata lotta verso i playoff.
Contro Ancona e Civitanova la squadra del duo Ruini-Peverada ha esagerato in termini di punti segnati, quella contro la The Supporter invece è stata una prestazione meno brillante, tanti errori e poca fluidità in attacco, ma in questa fase bisogna accettare tutto ed immagazzinare più punti possibile. Contro gli ex Giampieri e Magrini i senigalliesi non hanno sfoderato una prestazione memorabile, ma hanno sbagliato meno dei padroni di casa, tanto è bastato per superare gli jesini e mettere altri due preziosissimi punti in cascina.

Il terremoto palasport ed il successivo scossone dovuto alle dimissioni di Riccardo Paolini sembrano un lontano ricordo, la Goldengas ha ritrovato la voglia di ambire a qualcosa di più di una tranquilla salvezza e contro la “bestia nera” Giulianova il pubblico attende il poker.

Sfortunatamente però la gara di mercoledì contro Jesi ha portato guai nell’infermeria senigalliese: preoccupano le condizioni di Marco Giacomini. Nessuna frattura, si attendono ulteriori approfondimenti non appena sarà riassorbito il versamento alla caviglia. La società si augura di non dover fare a meno del play pesarese in questo finale di stagione incandescente.

Il forfait di Marco è una perdita pesante a poche ore da una gara storicamente molto ostica. Alle 18 i biancorossi ospiteranno Giulianova, la compagine di coach Zanchi ha due partite in più, ma gli stessi punti in classifica di Peroni e compagni, inoltre i recenti risultati hanno confermato il valore e la voglia di stupire dei prossimi avversari dei senigalliesi.

Panzini e Cacace sono i due elementi più temibili del roster abruzzese, guai però a sottovalutare Thiam, Spera e Dron oltre al giovane scuola Vuelle Federico Tognacci. Giulianova è una compagine giovane, arrembante e molto solida in difesa. L’assenza di Giacomini costringerà Senigallia a raddoppiare forze ed attenzione per mettere in cassaforte la salvezza e fare un altro piccolo passo verso i playoff.

Tutti i tamponi sono risultati negativi. Arbitrano l’incontro Denny Lillo di Brindisi e Marino Caldarola di Ruvo di Puglia.

di Nicolò Scocchera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *