Dopo tre risultati utili di fila (sette punti in tre partite) il Gabicce Gradara, al cospetto del Moie ospite domenica 6 marzo allo stadio Magi, vuole calare il poker sotto forma di una vittoria che rilancerebbe prepotentemente le sue quotazioni riaprendo anche il discorso playoff. Ma guai toccare questo tasto con il tecnico Mirco Papini.

Siamo ancora convalescenti e dobbiamo tenere i piedi per terra, cercare di consolidarci come squadra, diventare più quadrati e dare continuità ai risultati eliminando gli alti e bassi che ancora ci contraddistinguono – spiega – Abbiamo fatto dei progressi, è vero, ma non dobbiamo accontentarci assolutamente se vogliamo fare un salto di qualità. Dunque, testa bassa e pedalare”.

Mister Papini, quali sono i segnali positivi che ha riscontrato nell’ultima partita di Marotta?
Abbiamo giocato bene il primo tempo sbagliando un paio di occasioni per pareggiare; sul gol subito ci abbiamo messo molto del nostro già dalla genesi dell’azione della squadra avversaria. Ci è mancata però nella prima frazione quella determinazione che invece abbiamo tirato fuori nella ripresa e che ci ha permesso di vincere molti duelli, di arrivare prima sulle prime e sulle seconde palle. Si è visto un deciso spirito di reazione che ci ha portato dall’1-0 al 1-2. Insomma, il piglio è stato decisamente diverso e quando hai quello spirito le qualità tecniche risultano ancora più evidenti. E quindi – come ho detto alla squadra – è da qui che dobbiamo ripartire. Se il nostro atteggiamento sarà quello fin dal fischio di inizio possiamo essere più ottimisti sul nostro futuro. E’ uno scatto mentale quello di cui abbiamo bisogno: non possiamo andare in svantaggio ed essere costretti alla rincorsa”.

Torniamo alla rete subita. E’ arrivata ancora su palla inattiva. Come pensa di ovviare a questo limite?
Per prima cosa alzare il livello di attenzione collettivo, tutti hanno un compito e devono svolgerlo al meglio. Poi avere marcature più serrate. Sto pensando a qualche accorgimento per cercare di essere meno vulnerabili”.

Il Moie è quart’ultimo in classifica, ha collezionato in trasferta nove dei suoi 19 punti perdendo quattro gare. Che avversario si aspetta?
E’ una squadra insidiosa, che merita il massimo rispetto, dovremo affrontarla con molta attenzione perché in questo campionato ogni partita va sudata e conquistata. Ha subito 19 gol, solo sei squadre hanno fatto meglio e in attacco ha giocatori validi e di esperienza. Ci sarà da soffrire. Occorre pazienza e soprattutto massima tranquillità: giocare nel nostro stadio deve darci uno stimolo in più e non condizionarci”.

Nelle file del Gabicce Gradara assenti per squalifica il centrocampista Innocentini e gli infortunati Roselli e Grassi. Rientra Costa dalla squalifica.

20^ GIORNATA
Cantiano – Sassoferrato Genga
Ilario Lorenzini – K Sport Montecchio
Loreto A. D. – Olimpia Marzocca
Osimo Stazione – Villa S. Martino
Passatempese – Valfoglia
Portuali Ancona – Fermignanese
Vigor Castelfidardo – Atletico Mondolfo Marotta
Filottranese – Osimana
Gabicce Gradara – Moie Vallesina

CLASSIFICA
Osimana 42
Fermignanese 34
Vigor Castelfidardo 33
Portuali Ancona 31
K Sport Montecchio 31
Villa S. Martino 30
Ilario Lorenzini 29
Valfoglia 29
Gabicce Gradara 27
Atletico Mondolfo Marotta 26
Passatempese 26
Olimpia Marzocca 25
Osimo Stazione C. D. 24
Filottranese 22
Moie Vallesina 19
Sassoferrato Genga 11
Loreto A. D. 8
Cantiano Calcio 3

 

da ASD Gabicce Gradara calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *