Sotto l’albero di Natale del Gabicce Gradara c’è un nuovo acquisto. Si tratta dell’attaccante Matteo Prandelli, classe 1988, appena svincolato dal Victor San Marino (Eccellenza Romagna) di cui era vice capitano e con cui ha realizzato tre reti nella prima parte di stagione. E’ un nome importante per la categoria in quanto nella sua lunga carriera Prandelli, nativo di Brescia, ha militato in serie C2 e C1 con Valle del Giovenco (promozione ai playoff), Colligiana e Como, e a lungo in serie D (promozione in C2 con la Sambenedettese). Il suo miglior bottino di gol alla Colligiana (12) nella stagione 2014-2015 e ha sfiorato sfiorato in altre stagioni la doppia cifra. Tra le altre tappe più significative del suo percorso calcistico da segnalare: Civita Castellana, Lupa Roma e Anzio, le esperienze nella serie A albanese e nella serie B belga e quella di Europa League la scorsa estate con La Fiorita, uno dei club più prestigiosi del campionato sammarinese.

Prandelli descrive Prandelli. Quali le sue caratteristiche tecniche?
Sono una prima punta con una discreta tecnica e negli ultimi tempi ho giocato anche da secondo attaccante. Essendo alto 1,83, ho nel colpo di testa uno dei miei colpi migliori. Non sono il classico attaccante statico in area, partecipo al gioco, faccio salire la squadra. Insomma, non vivo per il gol a tutti i costi, non sono un egoista, mi piace servire assist. E’ più importante la squadra. Il piede preferito è il destro”.

Cosa le ha chiesto la società?
C’è più di un girone a disposizione in cui cercheremo di risalire qualche posizione e con tutte le forze di conquistare i playoff che sono lontani quattro punti. Ho tanta voglia di rendermi utile alla squadra portando la mia esperienza in un campionato che non conosco ma che mi hanno detto avvincente di buon livello tecnico e agonistico. Spero di essere un po’ più fortunato: con il Victor San Marino oltre ai tre gol in campionato e uno in Coppa Italia ho colpito tre traverse”.

Lei ha girato in Italia e all’estero, per la prima volta giocherà in Promozione.
Mi sono stabilito in zona con la famiglia facendo una scelta di vita, ho iniziato anche un percorso lavorativo in una azienda di logistica pensando al dopo carriera e sono convinto di aver fatto la scelta giusta sul piano calcistico pur avendo avuto altre richieste. So che arrivo in una società affidabile e ambiziosa e questa è una buona base di partenza”.

 

da ASD Gabicce Gradara calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *