Andando indietro con la memoria nel corso degli anni, chi non ricorda i successi – tra cui una vittoria di tappa al Giro d’Italia (’96) e una al Tour de France (’98) – del ciclista corinaldese Rodolfo Massi? Ai giorni nostri, parlando di uno sport praticato prevalentemente nell’Italia centrale, la ruzzola, solo la scorsa settimana tal Luca Massi di Pergola si é laureato campione italiano nella due giorni di Pieve Torina.

Sabato 19 settembre, invece, a Mondolfo si è disputata la “Straruzzola”, una gara che fino a qualche tempo fa era poco più che una rassegna paesana, ma oggi, anche grazie alle informazioni che circolano veloci, la manifestazione ha visto la partecipazione di atleti che risiedono in Comuni non proprio vicini al mare. Ben 60 “ruzzolari”, divisi in 12 squadre determinate da una speciale commissione con l’obiettivo di farle più equilibrate possibile, si sono sfidati nella disputata sul percorso polveroso di via Buzzo.

Il premio per il tiro più lungo, che prevedeva qualcosa come 3 metri di salsicce secche (offerte dal Prosciuttificio Marchigiano di Barbara) è stato vinto da Luciano Massi, uno che pratica saltuariamente questa disciplina. Ottima prova anche di Alberto Massi da Ostra Vetere. Il neo campione italiano Luca, invece, impegnato e distratto dai festeggiamenti che i suoi gli hanno organizzato, non è riuscito a ripetersi.

Tornando ai risultati della kermesse mondolfese, il premio a traguardo, previsto per chi con 6 lanci avesse percorso piu strada, è stato vinto dalla formazione capitanata da Simone Angeloni, con Loris Svarca, Giannino Gasparini, Giovanni Francesconi e Massimiliano Lucchetti: per loro, una fornitura di Bianchello!

La 23^ “Straruzzola” è stata appannaggio della squadra composta da Alberto Ceccacci da Genga, Ludovico Gabbianelli, Riccardo Lanari, Graziano Servadio e Thomas Micci. Piazza d’onore, a soli 2 metri dai vincitori, per la formazione di Simone Angeloni, mentre sul gradino più basso del podio 2020 sono saliti Massimo Donati, Virgilio Belardinelli, Cristian Zenobi, Tonino Rosati e Andrea Bellagamba.

Previsto anche un gustoso riconoscimento al team 4° classificato, composto da Federico Frati, Avio Franceschetti, Sauro Campanelli, Luca Gregorini e Loris Donnini. Una gara molto ben riuscita. Per tutti, un arrivederci alla edizione numero 24, dove per un giorno, anche i neofiti, possono giocare vicino ai campioni.

di Giancarlo Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *