La Sena Tennis ci è andata vicino ma purtroppo contro la forte squadra del Tennis Club Sardegna (Terracina), sia all’andata che al ritorno, non è riuscita a portare a casa lo scalpo dell’avversario, perdendo entrambe le partite e rimandando quindi al prossimo anno il sogno della Serie B2.

È stata una stagione fantastica, la migliore dalla nascita della società del capitano Matteo Gabbianelli, che qualificata al tabellone nazionale per accedere nella prestigiosa serie, anche per qualche circostanza un po’ sfortunata, ha solo rimandato alla prossima stagione un traguardo che nessun team a livello cittadino ha mai raggiunto al momento.

Un grande grazie ai forti e sempre presenti Lorenzo Santini e Luca Compagnucci che a suon di vittorie e ottime prestazioni sono stati senza dubbio i protagonisti di questa importante annata, grazie anche a Marco Onofri, altro forte giocatore che si è sempre fatto trovare preparato e motivato nell’affrontare ogni partita, e a un Lorenzo Cavaliere ancora in fase di crescita con buoni margini di miglioramento, con lui anche il giovanissimo Edoardo Dionigi, classe 2007, che ha esordito quest’anno regalando già, e si augura ne avrà da regalare ancora, soddisfazioni alla Sena Tennis. Annata sfortunata per un da sempre titolare del team Giacomo Gabbianelli che patendo un infortunio a un polso, non ha mai avuto l’occasione di scendere in campo, ma ha seguito e supportato la squadra dimostrando un forte altruismo e senso di appartenenza. Da non dimenticare Lorenzo Orfano, ‘’anima’’ della Sena Tennis e suo primo tifoso, utile e importante il suo supporto fuori dal campo di gioco, e in questa circostanza ringraziamo anche Edoardo Diamantini, altrettanto utili e preziosi i suoi suggerimenti per il team. Ultimi ma non meno importanti Lorenzo Marcucci e Riccardo Signorini che si sono fatti trovare sempre pronti in caso di necessità.

La Sena Tennis rivolge già uno sguardo alla prossima stagione e tornerà ancora più forte e motivata nel raggiungere la fatidica promozione in serie B2.

da Sena Tennis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *