Dopo la pausa invernale, prolungata per motivi sanitari, è ripresa l’attività agonistica della FIGeST (Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali). La prima gara del 2022, valevole per le qualificazioni al campionato italiano, si è svolta nel ruzzodromo di Trecastelli in Via Annunziata, meglio noto come “Il Giumbin”. La gara, organizzata dalla ASD ruzzola Proloco Ripe, col Presidente Nazionale Adriano Spadoni, è consistita in 2 manches, ognuna di 8 lanci.

La prima specialità dove si sono misurati gli atleti provenienti dalle Provincie di Pesaro e Ancona è stata il rulletto, attrezzo di legno, di forma rotonda, che pesa dai 1.500 ai 1.700 grammi. Nelle Marche, coinvolge un minor numero di appassionati rispetto alla più nota ruzzola, mentre in alcune zone delle regioni limitrofe è il contrario.

Alle ore 8 in punto prende il via la prima delle 3 batterie con un totale di circa 30 giocatori suddivisi fra serie A e serie B. I primi lanci sono stati decisamente influenzati dalle esagerazioni e stravizi natalizi. Panettoni, cappelletti, grigliate ed abbacchi al forno hanno pesato come macigni e sembravano bloccare gli atleti (anche qualche sciabolata di troppo a dirla tutta), ma poi con le temperature che salivano, i giocatori ritrovavano il consueto slancio che consentiva loro di effettuare dei tiri veramente pregevoli.

Poi, ad un certo punto, proprio a voler dare un significato al ruzzodromo, si è assistito ad un vero e proprio ruzzolone da parte di un aitante giocatore del pesarese, per fortuna senza conseguenze gravi. Una medicazione a base di Verdicchio e in un attimo l’atleta è tornato in perfetta forma, senza ricorrere al 118. Il salvifico “Quota 311” lo ha reso più arzillo di prima.

Al termine della gara, dopo i conteggi di rito, il podio delle due categorie è così risultato: in Serie A, il vincitore è risultato Alessandro Alessandroni – il gigante buono quando non si arrabbia – di Domo di Serra San Quirico; al secondo posto Duccio Ceccacci di Ostra; al terzo posto Massimo Luconi di Monte Roberto. Quest’ultimo però ama farsi chiamare il “Pianellaro”, poi lui ci dirà se perché è di Pianello Vallesina oppure perché gli piace ripulire le pianelle (di tagliatelle).

In Serie B, ottimo exploit degli atleti monteradesi. Infatti al primo posto si è classificato Giancarlo Rossi (che gareggia per il Mondolfo); al secondo Sandro Pacenti; al terzo posto Carlo Capoccia di Fano. A completare la buona performance della frazione di Trecastelli il quarto posto di Marco Mazzoli.

Solamente altre gare come questa ci diranno se Monterado potrà essere chiamato il Paese del rulletto. Domenica 6 febbraio appuntamento a Corinaldo per la gara di singolo, specialità ruzzola.

 

di Giancarlo Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *